mercoledì 6 marzo 2013

Una piacevole scoperta: Olio Roi


Oggi vorrei presentarvi un prodotto a me nuovo e che si è rivelato da tempo più di una piacevole scoperta. Vi parlo di Olio Roi.


 "Roi" è il soprannome storico di un ramo della famiglia Boeri, che si occupa di olio da quattro generazioni.


Nella Valle Argentina, dall'inizio del secolo scorso la famiglia Boeri, riconosciuta in zona col soprannome di Roi, possiede 15 ettari, 6.000 piante secolari della sola cultivar Taggiasca, quella che si identifica con la Liguria, specie occidentale.
Oggi l'azienda è di proprietà di Franco Boeri che collaborato dalla moglie Rossella continua con passione l'attività di olivicoltore.  L'oliveto è reso più attuale, come si può fare per alberi secolari, con potature per abbassare la chioma e permettere una più agevole raccolta sempre manuale e con la realizzazione di un impianto irriguo a goccia.
Il frantoio Roi si trova immerso tra i colori ed i profumi della valle Argentina, nell'entroterra di Sanremo, Riviera ligure di Ponente. A Badalucco, tra gli ulivi contorti e i muretti a secco, l’aria sa ancora di mare ma siamo quasi in montagna, una magica terra di mezzo dove la fatica antica di secoli dona il suo nettare dorato, l’Olio extra vergine di oliva Taggiasca.

Ho riscontrato qualità e serietà. Contrariamente agli altri oli in commercio, ti indica in etichetta per ogni sua bottiglia dove sono state coltivate le olive, dove sono state molite, in quale giorno, che quantità sono state prodotte. Operazione che merita veraemente tanto e a cui spesso non badiamo. Il prodotto a Denominazione di Origine Protetta è sempre sottoposto a controlli sul campo, verifiche documentali, analisi sensoriali e chimico-fisiche, e solamente al termine di questo percorso di controllo un olio può fregiarsi del prezioso marchio comunitario. La Spremitura è a freddo  per garantire le migliori proprietà organolettiche, nutritive e di conservazione.

 

L'oliva Taggiasca è una cultivar di olivo tipica della Riviera ligure.
È così chiamata perché arrivò a Taggia, qui portata dai monaci di San Colombano provenienti dall'isola monastero di Lerino (di fronte a Cannes). Gli innesti di oliva taggiasca furono diffusi in tutta Italia, sebbene la coltivazione maggiore sia sempre rimasta nella provincia di Imperia. Oggi risulta essere una delle olive più rinomate per produzione di olio extravergine e (conservata in salamoia) una delle migliori olive da mensa, poiché il frutto, nonostante le ridotte dimensioni, è molto gustoso.
 
Ho avuto il piacere di provare l'Olio extra vergine di oliva "Cru Gaaci" varietà collina DOP Riviera Ligure 0.5 l
Una selezione speciale di olive raccolte nell'uliveto Roi Gaaci di Badalucco a 500 mt. slm. con 40% di olive verdi, 50% invaiate e 10% nere. Un olio dolce arricchito da note di frutta secca, con un profumo di buccia di mela verde. Nell'annata 2011/2012 ne sono stati prodotti 1.546 litri


E l'olio Olio extra vergine di oliva "Monocultivar Taggiasca" 0.5 l E' un olio ottenuto dalla prima spremitura a freddo, con macine di pietra, di olive scelte di Cultivar Taggiasca.
Il colore giallo intenso, l'aroma delicato e il sapore dolce lievemente mandorlato lo caratterizzano. 
Ottimo su tutte le pietanze.


Non ho resistito a provare subito anche le Olive denocciolate. Selezione delle migliori Olive di varietà Taggiasca, denocciolate e conservate sott'olio Extra Vergine d'Oliva.
Ottime con gli aperitivi, con la pasta ed i secondi di cacciagione.
Olive Taggiasche in salamoia. Vasetto da gr. 190S Impareggiabili nell'aperitivo e nelle insalate.
Abbondantemente utilizzate nei primi come nei secondi piatti. Noi le abbiamo subito usate sulla pizza.


Sono rimasta affascinata anche dai loro oggetti d'artigianato





Vi consiglio di visitare il loro sito e la loro pagina fan. I prodotti Roi li trovate anche on line nella sezione store: http://www.olioroi.com/it/store

11 commenti:

  1. Non l'ho mai usato ma già che la spremitura è a freddo me lo fa amare!Bellissime le confezioni!!

    RispondiElimina
  2. da provare assolutamente, hai visto la mia ricetta?
    http://www.fashionsinner.com/2013/03/focaccia-patate-e-pancetta.html

    FASHION SINNER
    FACEBOOK FANPAGE

    RispondiElimina
  3. Non lo conosco ma deve essere un prodotto ottimo! Un bacione

    RispondiElimina
  4. deve essere davvero molto buono.

    RispondiElimina
  5. I didn't hear about these! But that sounds so tasty that I'm curious :)

    Http://irenehsteel.blogspot.com

    RispondiElimina
  6. Lovely blog and photos ! I just followed you dear , hope you visit mine and follow back if you like. I blog about fashion and outfits from Stockholm. Have a nice weekend :)

    Isabel
    http://foreverunderstated.blogspot.se/

    RispondiElimina
  7. non lo conoscevo :) qusto devo segnalarlo a mia mamma ;)

    RispondiElimina
  8. i followed you!
    http://agoniiya.blogspot.com/

    RispondiElimina
  9. Davvero molto interessante. Grazie per la segnalazione e per le preziose ricette

    RispondiElimina

Benvenuti nel mio piccolo mondo. Grazie di cuore per essere passati ♥ Se vi va lasciate un commento, si accettano tanti consigli!